Centri Federali Territoriali FIGC

Programma di Sviluppo Territoriale FIGC

Nell'ambito della valorizzazione del calcio giovanile italiano, la FIGC, attraverso il Settore Giovanile e Scolastico , in collaborazione con Ferrero, attraverso il programma Kinder Joy of moving, ha avviato il Programma di Sviluppo Territoriale, finalizzato a strutturare un percorso di formazione tecnico-sportiva e a monitorare a livello nazionale la crescita dei giovani calciatori e delle giovani calciatrici.

I 50 Centri Federali Territoriali della Federazione intendono rappresentare il polo territoriale di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni, al fine di definire un indirizzo formativo ed educativo centrale, avere un monitoraggio tecnico e sociale dell’intero territorio italiano, tutelare il talento dando corpo a un percorso tecnico-sportivo coordinato che supporti lo sviluppo delle potenzialità dei giovani.

Accanto ai CFT, nascono nel 2020 anche le 53 Aree di Sviluppo Territoriale, che interessano altrettante 53 province e, complessivamente, circa 400 società e 4.000 atleti. Un modo più massivo per coinvolgere un numero sempre maggiore di calciatori e calciatrici e diffondere la metodologia, i princìpi e i valori del Settore Giovanile e Scolastico. In ciascuna AST, verranno coinvolte sino ad un massimo di 8 Scuole Calcio, includendone almeno una di calcio femminile.

Particolare attenzione anche per gli aspetti comportamentali attraverso il supporto degli psicologi e fornendo un bagaglio di conoscenze in ambito nutrizionale e stile di vita grazie al progetto di cooperazione tra Figc – SINU (Società di Nutrizione Umana) e Soremartec Ferrero.

Nella sezione Ben -Essere sono disponibili contenuti su alimentazione e aspetti nutrizionali pensati per ragazzi, genitori e tecnici .

Attraverso il programma di sviluppo territoriale, la FIGC stima di monitorare 150.000 ragazzi e 3.500 ragazze l'anno, svolgendo, una volta a regime, 3.500 riunioni e incontri informativi e 30.000 ore di lavoro, con il coinvolgimento di circa 10.000 arbitri e 1.200 allenatori qualificati. In 10 anni si prevede di visionare oltre 830.000 calciatori e di inserire nel programma formativo più di 15.000 calciatori e 5.000 calciatrici.


Centri Federali Territoriali sul sito FIGC